Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

AGCAI: prende forma la struttura politica, invitato il Sottosegretario Baretta all’evento di Mestre del 18 Aprile

In: Associazioni

7 aprile 2016 - 18:57


agcai

(Jamma) – “Aspettiamo ancora la decisione del TAR, a testimonianza di come il giudice stia incontrando molte difficoltà nella decisione e di come gli argomenti evidenziati da AGCAI stiano meritando una attenta analisi.

 

Intanto i risultati dei primi tre eventi hanno superato qualsiasi aspettativa. Si è arricchita notevolmente la lista degli interlocutori istituzionali di Agcai che dopo aver partecipato agli eventi hanno potuto comprendere come la Legge di Stabilità non mira affatto alla tutela dei giocatori e come, invece, i gestori siano molto più attenti del Governo nel contrasto alla ludopatia.

 

Sono moltissimi gli esponenti politici, sia a livello locale e regionale, sia a livello nazionale, che dopo gli incontri si sono resi conto della gravità della situazione e di come la soluzione proposta da Agcai sia l’unica in grado di porre un freno concreto alla ludopatia. Per tale motivo si sono detti disponibili a farsi portavoce nei confronti degli altri enti locali e nei confronti del Governo e del Parlamento.

 

In particolare sono stati presi importanti contatti in Puglia con il Sindaco di Monopoli Emilio Romani e con il Consigliere Regionale Ignazio Zullo, oltre che con il deputato Nicola Ciracì a livello nazionale. In Campania, invece, gli interlocutori sono stati la deputata Michela Rostan, con Umberto Minopoli e con l’Ass. Enrico Panini, quest’ultimo in particolare si è detto entusiasta dello spettacolo di Pippo Franco invitandoci addirittura di portarlo nelle scuole, ci ha inoltre invitato ad un incontro per approfondire la questione. Anche in Abruzzo si è avuto un grande successo, ottenendo la disponibilità come interlocutori da parte del Vicesindaco di Montesilvano Ottavio de Martinis e del Consigliere regionale Giorgio D’Ignazio.

 

Un ringraziamento speciale va agli operatori campani ed abruzzesi che numerosi hanno partecipato e supportato l’evento dimostrando una grande intelligenza, a differenza degli operatori pugliesi che invece non si sono presentati all’evento in numero sufficiente. Infatti i risultati raggiunti in Puglia sono stati minori rispetto ai grandi obiettivi raggiunti in Campania ed Abruzzo. Senza il supporto degli operatori, lo ribadiamo, qualsiasi iniziativa è del tutto inutile.

 

Vi ricordiamo i prossimi appuntamenti:

Martedì 12 Aprile – Firenze
Mercoledì 13 Aprile – Roma
Giovedì 14 Aprile – Palermo
Lunedì 18 Aprile – Mestre (VE)
Martedì 19 Aprile – Udine
Mercoledì 20 Aprile – Verona
Giovedì 21 Aprile – Milano

 

A tal proposito comunichiamo che all’evento di Mestre è stato invitato anche il Sottosegretario Pierpaolo Baretta, che ci auguriamo non abbia impegni più importanti rispetto a quello di ascoltare le ragioni degli operatori e le proposte che potrebbero essere utili per contrastare la ludopatia. Normalmente di sera i politici dovrebbero essere liberi da impegni, tuttavia dovesse essere impegnato il 18 Aprile, potrebbe partecipare agli eventi in programma i giorni successivi ad Udine il 19, a Verona il 20 o a Milano il 21.

 

A tal proposito ricordiamo come la preoccupazione degli operatori deriva da quanto previsto dalla legge di Stabilità che, a nostro avviso, se non bloccata immediatamente, rischia di realizzare un vero e proprio genocidio nei confronti dei giocatori. Gli operatori, infatti, stanno quotidianamente aggiornando gli apparecchi con apparecchi con payout inferiore (dal 74% al 70%), quindi con apparecchi che fanno perdere ai giocatori ancor di più. In tal modo i giocatori vengono danneggiati e peggio ancora vengono indirizzati verso le sale da gioco d’azzardo con VLT, dove possono rovinarsi in poche ore. Gli operatori non vogliono essere complici e co-responsabili insieme al Governo di questo genocidio: in questi giorni, infatti, i gestori sono costretti a togliere dal bar apparecchi meno pericolosi per portare apparecchi più pericolosi, danneggiando i giocatori senza volerlo! A tal proposito l’Associazione AGCAI, oltre a coinvolgere le forze politiche di questo genocidio in corso, sarà pronta anche a coinvolgere la magistratura e gli enti ecclesiastici e Vescovi di tutta Italia per spiegare la realtà dei fatti e per impedire che tale genocidio si realizzi.

 

Vi aspettiamo numerosi ai prossimi eventi, ribadendo come l’impegno di ogni singolo operatore sia ora più che mai fondamentale”.

 

Agcai

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi