Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

AGCAI: niente di nuovo dal sottosegretario Baretta, le dichiarazioni ci spronano ad intensificare le iniziative

In: Associazioni

12 febbraio 2016 - 18:32


agcai1

(Jamma) – “Dall’incontro con il Sottosegretario Baretta – scrive l’associazione AGCAI – non è emerso niente di nuovo se non l’ennesima presa in giro nei confronti della categoria, addirittura minacciata anziché tutelata”.

“Il nostro referente del Governo – continua una nota dell’associazione – ha solo confermato quanto già si sapeva da tempo, ovvero che il Governo ha un preciso piano criminale che prevede la scomparsa dei gestori e la riduzione del numero dei concessionari a pochi, pochissimi privilegiati. Questo piano non è assolutamente la conseguenza del mancato pagamento dell’addizionale prevista dalla Legge di Stabilità 2015 da parte dei gestori, era bensì un piano già programmato molto tempo prima, quanto meno a partire dalla prima bozza della legge delega risalente a Gennaio 2015.

Forse non ci si rende conto che proseguendo per questa strada l’Italia diventerà ancor di più la patria dei Mini-Casinò, cioè di quelle Sale-Vlt dalle quali è nata l’emergenza ‘Ludopatia’ in quanto i giocatori possono arrivare a perdere migliaia di euro in un singolo giorno, rovinando migliaia di famiglie. Tutto questo va contro gli interessi generali e riguarda pertanto qualsiasi cittadino.

Agcai è pronta dunque ad accelerare i tempi delle proprie iniziative dal momento che non si può più sperare che il Governo si renda conto del grave errore commesso e cambi direzione.

Innanzitutto, è pronto il ricorso al TAR avverso le recenti note e circolari AAMS, in modo particolare per quanto riguarda il divieto di passare da un concessionario all’altro ed il divieto di dismettere gli apparecchi, aggiornarli al 70% e poi riattivarli. Tutto questo crea un evidente grave ed irrimediabile danno alle imprese di gestione, che non possono sopportarlo. Con tale ricorso, inoltre, saranno evidenziati i contrasti tra la Legge di Stabilità ed il diritto costituzionale e comunitario, al fine di ottenere un rinvio alla Corte Costituzionale o alla Corte di Giustizia Europea che dichiari il progetto del Governo contrario ai diritti fondamentali ed agli interessi generali del popolo.

Inoltre, continua a spron battuto l’impegno politico e mediatico di AGCAI. L’obiettivo è una sorta di ‘Operazione Verità sul gioco d’azzardo’, che faccia prendere coscienza ai parlamentari ed ai giornalisti di quanto distruttivo, grave ed incomprensibile sia l’operato del Governo sul tema. Occorre solo far sapere la verità: si sta spudoratamente eliminando il gioco di intrattenimento per favorire il gioco d’azzardo. A tal fine il 02 Marzo ci sarà all’Hotel Nazionale di Roma, a fianco al Parlamento, una tavola rotonda, dove sarà presente anche il Tg1, che vedrà la partecipazione di diversi esponenti politici facenti parte delle Commissioni Salute, Sviluppo Economico, Lavoro etc. Subito dopo tale incontro sarà organizzata un’altra Assemblea contro il gioco d’azzardo dei Mini-Casino con Vlt, la manifestazione questa volta si svolgerà in piazza Montecitorio a Roma, di fronte al Parlamento, e vedrà la partecipazione di personaggi dello spettacolo, politici e giornalisti.

Ci auguriamo che tutte le possibili iniziative a difesa del gestore saranno ora condivise dalle diverse associazioni di categoria, dopo l’unione di intenti trovata tra Sapar, Agge Sardegna ed Agcai”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi