Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

AGCAI: Nessuno puó accettare che Governo incentivi le sale con VLT, veri e propri Casinò si possono perdere migliaia di euro in un solo giorno

In: Associazioni

26 aprile 2016 - 18:36


agcairegioni

(Jamma) – L’Associazione Agcai, nel ringraziare ancora una volta l’artista Pippo Franco per la sensibilità e l’energia con cui ha affrontato un tema socialmente delicatissimo, comunica che questa serie di eventi ha permesso di avere un cospicuo numero di esponenti politici che, dopo aver compreso la reale situazione, si sono impegnati nel contrasto del gioco d’azzardo delle sale dedicate con Vlt.

«Molti politici in tutte le Regioni, infatti, – prosegue la nota AGCAI – si sono avvicinati al comparto in quanto hanno compreso l’importanza del gioco di intrattenimento con piccola vincita in denaro quale unico strumento capace di contrastare la ludopatia. Si è dunque iniziato a fare sul serio grazie ad una fitta e diffusa rete di interlocutori istituzionali impegnati a contrastare in Parlamento e sui territori regionali e comunali il progetto del Governo.
Inoltre, ora, la strada risulta esser stata spianata in quanto coinvolgere sempre più rappresentanti politici risulta ora molto più semplice perché si gode già del supporto di diverse personalità di rilievo e di diverse associazioni che insieme a noi combattono il gioco d’azzardo incentivato dal Governo.

L’obiettivo degli eventi è stato quello di evidenziare come il progetto del Governo di indirizzare i giocatori in ambienti dedicati, dette Sale-Vlt o Mini-Casinò, non mira ad una limitazione del gioco per una maggiore tutela del giocatore ma al contrario è solo uno scandaloso imbroglio tendente ad aumentare gli introiti erariali ed i guadagni delle lobby dell’azzardo! Nelle sale infatti sono presenti le VLT gestite dalle multinazionali, ovvero apparecchi che accettano anche banconote e permettono vincite fino a 500.000 €. Di fronte alle Vlt il giocatore non è assolutamente tutelato perché non vi sono limiti alla perdita conseguibile: basti pensare che, proprio come nei casinò, nelle sale è possibile perdere migliaia di euro in un solo giorno, una cifra che, invece, un giocatore non dovrebbe poter perdere in così poco tempo. La compulsività dei giocatori si combatte sul serio solo con un apparecchio leggero dove si gioca ma non si può perdere oltre un certo limite, non con apparecchi infernali da casinó!

Non è accettabile che l’Italia diventi un territorio con un Casinó in ogni quartiere. La ludopatia è direttamente collegata alle sale da gioco e gli amministratori locali conoscono benissimo l’allarme sociale derivante dalle sale da gioco, ambienti molto piú pericolosi dei locali pubblici.

Gli esponenti politici che sono stati sensibilizzati da Agcai evidenzieranno tale situazione e chiederanno spiegazioni in Parlamento attraverso un documento composto da pochi punti essenziali. Il Governo deve spiegare come sia possibile che venga permessa l’esistenza ed addirittura vengano incentivati Mini-Casinó dove si puó perdere migliaia e migliaia di euro in poche ore.

Del resto è facile comprendere che la riduzione dell’offerta propugnata dal Governo sia solo un grande bluff già dal fatto che non si riduce tutto il gioco in generale, ma solo le Awp, e dal fatto che la manovra è stata inserita nella Legge di Stabilita, uno strumento che serve ad aumentare le entrate erariali e non a ridurle, quindi ad aumentare la ludopatia e non a ridurla!»

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi