Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

AGCAI: “Dopo l’accordo tra Sapar, Astro, La Sentinella e Baretta, spuntano le VLT nella proposta agli enti locali. Serve una simulazione urgente per le VLT”

In: Associazioni

19 luglio 2016 - 12:13


agcaitv

(Jamma) – L’associazione AGCAI scrive: “Dopo l’inconsueto accordo tra Sapar, Astro e la Sentinella, con conseguente accettazione e complimenti del sottosegretario Baretta e delle grandi multinazionali dell’azzardo, l’organigramma è chiaro a tutti. Anche la Sapar oltre ad Astro, Sentinella e Baretta, tutti insieme combattono l’ azzardo illegale ma vanno a sponsorizzare quello legale delle sale VLT spingendo il mercato verso appunto le multinazionali a discapito degli interessi della stragrande maggioranza dei gestori. Queste Associazioni tutelano solo pochi gestori e produttori vicini alle multinazionali, non difendono tutti i gestori che rappresentano”.

“Quindi quale denominatore comune ha improvvisamente unito le Associazioni e l’on.Baretta?” si domandano in AGCAI.

“Siamo felici – affermano dall’associazione – di darvi un’ottima notizia: per la prima volta nello studio simulazione da presentare alla Conferenza Unificata fanno capolino le VLT ‘che accettano banconote di valore ‘x’! Incredibile! Quindi esistono? Cosa sono? Ah ma quindi le ‘macchinette’, come impropriamente le chiama l’on.Baretta, non sono tutte uguali? Esiste un tipo di Slot che accetta le banconote? Cosa? E’ urgentissimo capire cosa sono queste VLT ‘che accettano le banconote di valore X’? Stanno per caso nelle sale? Anche in quelle di classe A che sarebbero super certificate e sicure? Sicuro cosa? Sicuro che i giocatori si rovinano? Questo è certificato effettivamente! Sentinella, Baretta! ‘Sveglia’! Come funzionano le VLT? Cosa ne pensate ora che avete scoperto che esistono? Che numero può esserne installato secondo voi sul territorio? Non le riduciamo? Magari le aumentiamo anche.

Ora sapete cosa sono le VLT? Ma nemmeno SAPAR ed ASTRO vi hanno detto niente dell’esistenza delle pericolose VLT?

Comunque dobbiamo evidenziare che c’è anche un’altra ottima notizia. Finalmente viene ridotta la perdita oraria delle AWP, che quindi torneranno a svolgere il ruolo che gli spetta, quello di intrattenere ed impedire a monte che il gioco da intrattenimento sconfini nel gioco d’azzardo, e servono a prevenire seriamente la compulsività e le patologia. Il ruolo dei gestori dell’intrattenimento torna ad essere quello di tutela della salute del giocatore, proprio come deve essere e come AGCAI chiede ormai da un anno e mezzo.

Non capiamo una cosa, abbiamo una domanda alla quale nessuno risponde. Ma perchè non vengono toccate le VLT? Perchè si riducono a due le AWP se proprio questi apparecchi diventeranno ancora meno pericolosi e quindi effettivamente di intrattenimento e abilità che serviranno per combattere il gioco d’azzardo delle VLT e del gioco online ed illegale? Come fanno solo 2 AWP a contrastare l’azzardo delle sale VLT e dell’online? Ce ne vorranno almeno 4 affinchè i giocatori possano giocare divertendosi senza perdere più di quanto non si possa perdere in un ora giocando in un normale flipper. E poi le AWP vanno tenute distinte e separate dalle VLT perchè è giusto capire subito in quali luoghi ed a quali apparecchi i giocatori possono giocare d’azzardo e rovinarsi e quali sono da intrattenimento. Vi sembra uguale? Se proprio si vuole continuare a cavalcare ed incentivare le VLT anziché abolirle, bisogna perlomeno non confonderle con le innocue AWP. E poi vi sembra giusto che ovunque si vedano le insegne giganti delle Sale videolottey? Non si istiga al gioco? Non si invitano i cittadini ad iniziare a giocare d’azzardo? Bisognerebbe fare una cosa molto semplice e giusta: ammettere e prendersi la responsabilità di dire che le sale con le VLT sono sale d’azzardo e che i giocatori non dovrebbero proprio entrarci in queste sale maledette.

Un’altra osservazione importante: ora che sapete che le VLT esistono non potete mica pensare di presentare uno studio simulazione carente della simulazione di cosa accadrà con le VLT. Non si può presentare uno studio cosí importante che peró sia viziato da incompletezza perchè non tiene presente il vero problema, ovvero l’esistenza delle VLT. Cosa accadrà con il numero e con la localizzazione delle VLT? Ora è semplice capire perchè le sale sono così pericolose e perchè tutti si lamentano delle sale. Le VLT stanno nelle sale è normale che ci si rovina subito nelle sale! La legge non dice che devono essere al massimo il 14% degli apparecchi da intrattenimento in quanto apparecchi puramente d’azzardo da tenere solo in pochissime sale? E se riduciamo le AWP del 30% perché non si riducono anche le VLT? E poi scusate non si applicano le distanze e le limitazioni orarie a questi apparecchi nelle sale di classe A? Cioè cosa vuol dire? I mini-casinò di classe A, cioè quello più belli e pericolosi, posso o stare vicino alle scuole e possono stare aperti anche di notte senza che il Sindaco abbia nessun potere.

Vi invieremo una comunicazione ufficiale per essere certi che in data odierna abbiate preso coscienza di tutte queste informazioni la stessa sarà inviata a tutti i governatori delle regioni e nonché ai Presidenti della conferenza Stato – Regioni ed Enti Locali, nonché a tutti i Governatori, Consiglieri Regionali, On.li e Senatori che in questo anno e mezzo di costante lavoro abbiamo incontrato.

Occorre urgentemente una sterzata prima di commettere un genocidio. AGCAI avvisa Sapar, Astro, la Sentinella e Baretta, e non solo, che per questa ‘svista’ rischiano di essere i responsabili della rovina di milioni di famiglie e che una eliminazione o almeno una forte riduzione anche delle VLT è imprescindibile se si vuole seriamente mettere fine alla coda di disperati presso i Comuni o presso le ASL. I ludopatici da bar sono numericamente di gran lunga inferiori rispetto ai ludopatici da sala. E’ da quando sono profilate in ogni angolo di strada le sale con VLT che i ludopatici sono aumentati in modo catastrofico

Gli Uffici per i rapporti istituzionali e gli uffici legali di Agcai sono dunque intensamente al lavoro per evidenziare e protestare, in maniera seria ed onesta, contro un comportamento irrazionale ed illecito che lede gravemente ed irreparabilmente la salute pubblica e per, al contempo, ottenere un giusto, vero, proporzionale e ragionevole bilanciamento anche con gli interessi del virtuoso comparto italiano formato da 5000 aziende messe eccessivamente in crisi anche se sempre rispettose delle leggi, della Costituzione e delle norme del diritto comunitario. Questo comparto che vuole gestire con forza apparecchi che siano da contrasto al gioco d’azzardo illegale non può essere illegittimamente discriminato a favore delle multinazionali degli apparecchi VLT da Casinò e d’azzardo”.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi