Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Padova. Il Consiglio Comunale adotta nuove disposizioni su slot e sale giochi: distanze minime di 1.000 mt dai luoghi sensibili

In: Apparecchi Intrattenimento

18 maggio 2016 - 11:26


COMUNE-PADOVA--

(Jamma) Il Consiglio Comunale di Padova ha adottato la deliberazione della giunta, già approvata dalla III Commissione, in materia di modifiche al regolamento comunale per l’apertura di sale giochi e l’installazione di apparecchi da gioco .

Queste le nuove disposizioni:

– consentire l’apertura di nuove sale giochi in Zona industriale, prevalentemente nelle località della Zona nord di questa, previa presentazione di un progetto specifico approvato dalla Giunta comunale, tramite l’inserimento di uno specifico comma ;

– prevedere una distanza di almeno 1.000 mt., rispetto agli attuali 500, da luoghi sensibili quali: istituti scolastici e universitari, impianti sportivi e centri parrocchiali, giardini e parchi pubblici, ospedali;

– inibire l’apertura di sale nel raggio di 100 mt. da sportelli bancari, postali o bancomat,agenzie di prestito o pegno o attività in cui si eserciti l’acquisto di oro, argento od oggetti preziosi;

– impedire l’apertura di sale giochi negli immobili di proprietà o in gestione all’Amministrazione comunale;

– impedire l’installazione di apparecchi da gioco con vincite in denaro negli esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande presenti all’interno di istituti scolastici e universitari,impianti sportivi e centri parrocchiali, giardini e parchi pubblici, ospedali;

– prevedere che ai titolari dei pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande che rinunciano all’installazione di apparecchi da intrattenimento con vincita in denaro potranno essere concesse agevolazioni relativamente alla concessione al plateatico.

– inserire gli orari delle sale giochi autorizzate ai sensi dell’art.86 del Tulps dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 17.00 alle ore 22:00 e gli orari di funzionamento degli apparecchi da intrattenimento di cui all’art. 110, comma sesto del TULPS, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 17.00 alle ore 22:00.

“Da oggi ( 16 maggio ndr) non si possono più aprire entro 1 km da scuole e zone sensibili. Devono essere a distanza di almeno 100 metri da bancomat e uffici postali. Orario limitato, come da sentenza del Tar che ha dato via libera alla mia ordinanza. Sanzioni rilevanti per chi non ottempera. L’abbiamo fatto per combattere il gioco compulsivo, ludopatia e per i nostri giovani. Siamo un Comune simbolo per il contrasto al gioco d’azzardo” ha commentato il sindaco Massimo Bitonci.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi