Cerca nel sito
Facebook Twitter App Android App iOS Contattaci RSS
 

Newslot. Omologhe al rallentatore, mercato in fibrillazione

In: Apparecchi Intrattenimento, Primopiano

5 marzo 2013 - 09:20


awpgaming
Newslot. Rinnovo iscrizioni elenco operatori entro il 31 marzo

 

(Jamma) Le procedure di omologa degli apparecchi da intrattenimento si allungano e tra i produttori di apparecchi da intrattenimento si diffonde il timore di dover registrare l’ennesimo blocco delle vendite.

Dal gennaio scorso le procedure per il rilascio dei certificati di omologa degli apparecchi da intrattenimento a vincita risultano infatti molto più lunghe del previsto, un vero e proprio passo indietro rispetto all’accelerazione che l’Amministrazione delle Dogane e dei Monopoli aveva dato nei mesi scorsi. Da poche settimane infatti risultano oggi essere necessari non meno di due mesi.

Una situazione che coincide con l’avvio della produzione di apparecchi che erogano non più il 75% , ma bensì il 74% delle vincite, e con la presentazione di un numero di richieste di omologa decisamente superiore alla media. Una situazione che si registra ormai dal gennaio scorso e che sin dall’inizio ha suscitato forte preoccupazione tra gli operatori del settore. Anche in considerazione del fatto appena qualche settimana prima, ovvero nel mese di dicembre, molte aziende del comparto sono state sottoposte a controlli da parte degli Uffici regionali dell’Amministrazione nel corso dei quali sono stati passate al setaccio le documentazioni relative proprio al rilascio dei certificati di omologa e le richieste delle smart card, dispositivi indispensabili per il funzionamento degli apparecchi da gioco.

Oggi l’Amministrazione, anche attraverso l’invio di una serie di indicazioni ai responsabili degli Uffici regionali circa la procedura di accettazione della richiesta di rilascio dei certificati di omologa, ha inteso operare una vera e proprio inversione di marcia. Il che potrebbe risultare inspiegabile se si considera che molte schede di gioco oggi in omologa risultano essere in tutto e per tutto identiche a modelli già omologati se non per il fatto che prevedono una percentuale di vincita superiore del 1%. Ma l’esigenza di operare un maggior controllo nella procedura di autorizzazione risulta prioritario rispetto alle esigenza manifestata dai produttori di offrire una adeguata varietà di giochi nei mesi che precedono l’avvio della produzione di una una nuova tipologia di apparecchi e una diversa gestione del ciclo produttivo delle macchine.

NewSlot3, ancora “work in progress”

Lavori in corso per il debutto sul mercato delle slot degli apparecchi di nuova generazione e che il legislatore ha introdotto nel 2011. Il decreto di regole tecniche non è ancora stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ma il documento circola ormai da tempo tra gli addetti ai lavori visto che è stato comunicato alla Commissione Europea come regola tecnica già qualche mese fa. Lo stesso dicasi per il documento ‘attuativo’ del decreto e su cui continuano a confrontarsi operatori del settore e regolatore.

Oggi , ad esempio, è prevista una riunione a porte chiuse tra gli enti deputati alla verifica tecnica degli apparecchi, nell’attesa della definizione delle linee guida per la procedura di certificazione.



Realizzazione sito
Video Giorgetti
IMG2
Avvertenze Balduzzi