Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Consiglio di Stato: “Respingere richiesta sospensione ordinanza Comune di Bologna su orari sale giochi”

In: Apparecchi Intrattenimento

13 maggio 2016 - 12:54


salagiochiset

(Jamma) La Sezione Prima del Consiglio di Stato si è espressa su richiesta del Ministero dell’interno – dipartimento della pubblica sicurezza relativamente ad un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, con istanza di sospensiva, proposto da una società per l’annullamento dell’ordinanza del sindaco di Bologna del 13 maggio 2015 relativa alla disciplina comunale degli orari delle sale da gioco e degli esercizi con attività d’intrattenimento autorizzate ai sensi egli artt. nn. 86 e 88 del regio decreto 18 giugno 1931 n. 773 (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza).

La richiesta incidentale di sospensione è stata respinta in considerazione del fatto che ai fini dell’espressione del parere occorre che il Ministero acquisisca le controdeduzioni del Comune di Bologna con l’originale del ricorso;

– che la ricorrente ha chiesto la sospensione cautelare del provvedimento impugnato;

– che, pertanto, pur in assenza della relazione di merito, è opportuno decidere sull’istanza;

– che, in particolare, è necessaria una preventiva istruttoria, in quanto allo stato il ricorso non presenta sufficienti elementi di fondatezza ai fini dell’accoglimento dell’istanza;

– che, in mancanza dei necessari riscontri, l’istanza incidentale di sospensione non è pertanto da accogliere;

– che, ai fini della compiutezza del contraddittorio, la relazione ministeriale dovrà essere preventivamente comunicata alla società ricorrente, fissando un congruo termine per replicare.

Commenta su Facebook


Cars2_old_120x600
Realizzazione sito
Avvertenze Balduzzi